Iscriviti alla nostra mailing list 

About Antonio Chiodi Latini

Nei piatti di Antonio Chiodi Latini si utilizzano esclusivamente materie prime vegetali nella forma più vicina a come le si trova in natura, preferendole ai prodotti raffinati. La stagionalità, il ciclo di vita dei vegetali, la loro forma ottimale, il momento preciso in cui devono essere raccolti, come devono essere trattati a seconda dello stato in cui si trovano attraverso lavorazioni e abbinamenti per bilanciarli e valorizzarne il gusto: tutta questa ricerca, sperimentazione e apprendimento continuo fanno sì che lo stesso piatto non sarà mai uguale se cucinato in due momenti diversi. In questo luogo si lavora per suscitare in chi mangia meraviglia per l’appagamento inaspettato dei sensi, stupore per i sapori di ingredienti insoliti o addirittura sconosciuti e per gli accostamenti proposti. 

 

Oggi si definisce un “cuoco delle terre” e guida la sua brigata mettendo a disposizione esperienza e tecnica, frutto di anni di ricerca e sperimentazione, unite ad una capacità di innovare davvero uniche.

Si è rimesso in gioco andando oltre a tecniche e preparazioni ormai scontate che rendono quasi impossibile sbagliare un piatto ma allo stesso tempo sono vuote, senza personalità, non emozionano più. Questo appiattimento, questa banalità sono ciò da cui vuole rifuggire, cercando invece novità, sfide e stimoli.

Dal 2008 a oggi ha tenuto diverse lezioni all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e ha all’attivo tre pubblicazioni con Gribaudo Editore.

Dicono di noi

1

La Cucina Italiana 

"Antonio Chiodi Latini è l’uomo del fermento e della creatività. Ha trasformato il suo modo di vivere e di pensare il cibo (e il suo rapporto con esso) e sta provando a trasformare l’idea della cucina vegana (anche se a lui non piace che la sua filosofia venga etichettata in questo modo) nella mente dei torinesi, ma non solo".

2

Dissapore 

È possibile immaginarsi un locale dove si mangia bene, amichevole e soprattutto che non debba urlare “SONO UN RISTORANTE VEGANO”? Assolutamente sì: un esempio virtuoso è il Chiodi Latini a Torino, cucina d’autore estremamente curata che solo dopo molti altri aggettivi ci viene da definire “vegano”.

3

The Cuisine News

“Oggi non è più sufficiente parlare di cucina vegetariana o vegana, perché stanno diventando due tendenze molto comuni. Invece è necessario che un piatto sia completo, come i piatti di Antonio Chiodi Latini”